APC
Pokemon Go, a Padova la prima multa

Pokemon Go, a Padova la prima multa

Due giovani padovani sono stati multati mentre giocavano a Pokémon Go sul motorino. Il motivo? Giravano in due su un cinquantino, con gli smartphone in mano e senza documenti.

Pubblicato: 19/07/2016 18:10

di: redazione smartphone e app

   

Due giovani padovani sono stati multati mentre giocavano a Pokémon Go sul motorino all'alba.
Nello specifico, i ragazzi hanno deciso di girare la città per catturare quanti più Pokémon possibile con la celebre applicazione Pokémon Go, che consente ai giocatori di cercare e catturare i mostriciattoli tascabili nel mondo reale.
Fin qui, nulla di strano. Qual è stato, dunque, il vero motivo della multa? Giravano in due su un cinquantino, con gli smartphone in mano e, soprattutto, senza documenti.
E' scattata così la sanzione da 210 Euro, nonostante la giustificazione del giovane alla guida: "Mi sono dimenticato sia dell'assicurazione, sia della patente perché mi sono svegliato alle 5 per cercare i Pokémon".
Marcello, 20 anni, e Arturo, 19 anni, (questi i nomi dei due giovani) sono due veterani di Pokémon Go, nonostante il gioco sia uscito recentemente, precisamente lo scorso 6 luglio: ormai hanno sfiorato entrambi il 21esimo livello. 
"Eravamo liberi di muoverci come volevamo, ai 10-15 all'ora, senza pericoli di auto e traffico. Forse ci siamo fatti prendere un po' troppo e alle 8, quando più di qualcuno si era messo in strada, i carabinieri ci hanno notati e ci hanno fermato" hanno spiegato.
"I carabinieri sono inizialmente parsi molto diffidenti e severi, poi quando abbiamo spiegato che eravamo a caccia di Pokémon si sono quasi messi a ridere" hanno raccontato, sottolineando come tuttavia l'ilarità non li abbia salvati da una salata multa.  
"Poteva andarci peggio. Abbiamo fatto presente ai carabinieri di prepararsi: da qui in poi le multe ‘per Pokémon' saranno sempre di più", hanno concluso.

Ultime News
Qualcomm e Facebook portano la connessione ad alta velocità oltre i 60GHz nelle aree urbane

Qualcomm e Facebook portano la connessione ad alta velocità oltre i 60GHz nelle aree urbane

Facebook e Qualcomm hanno stretto un accordo per migliorare il progetto “Terragraph” che mira a...

Al via EpicTourApp, l'app rende virale il patrimonio culturale italiano

Al via EpicTourApp, l'app rende virale il patrimonio culturale italiano

Debutta l'applicazione che sfida a scalare la classifica attraverso quesiti, prove creative...

Fatturazione su base mensile, Agcom: procedimento contro Tim e Wind Tre

Fatturazione su base mensile, Agcom: procedimento contro Tim e Wind Tre

L’Agcom ha avviato un procedimento sanzionatorio per verificare trasparenza delle informazioni e...

UE: attenzione ad acquistare servizi di telecomunicazione online

UE: attenzione ad acquistare servizi di telecomunicazione online

La Commissione Europea rivela pratiche ingannevoli da parte di siti web che offrono servizi di...

PayPal acquista la startup svedese iZettle

PayPal acquista la startup svedese iZettle

iZettle è presente anche in Italia con una sorta di pos (point of sale) per pagamenti con carta,...

WiFi4EU: i Comuni possono presentare domanda per hotspot Wi-Fi gratuiti

WiFi4EU: i Comuni possono presentare domanda per hotspot Wi-Fi gratuiti

L'iniziativa WiFi4EU, che avrà un bilancio di 120 milioni di euro tra il 2017 e il 2019, favorirà...

I piu' letti
Per Voi


Uspi BitCity e' una testata giornalistica registrata presso il tribunale di Como , n. 21/2007 del 11/10/2007 - Iscrizione ROC n. 15698

G11 MEDIA S.R.L. - Sede Legale Via NUOVA VALASSINA, 4 22046 MERONE (CO) - P.IVA/C.F.03062910132
Registro imprese di Como n. 03062910132 - REA n. 293834 CAPITALE SOCIALE Euro 30.000 i.v.

G11Media