APC
Il 56% delle coppie italiane discute a causa del troppo tempo passato online

Il 56% delle coppie italiane discute a causa del troppo tempo passato online

Secondo una ricerca condotta da Kaspersky Lab l’uso dei dispositivi mobili può portare a delle discussioni tra persone che si amano.

Pubblicato: 05/04/2018 15:30

di: Redazione BitCity.it

   

Nel mondo digitale di oggi, dipendere dai dispositivi mobili per comunicare e sentirsi più vicini al partner è diventato un’abitudine diffusa. Ad ogni modo, secondo l’ultima ricerca di Kaspersky Lab, che ha coinvolto anche gli utenti italiani, non ci sono solo vantaggi nel vivere l’amore in modo “connesso”; ci sono anche alcuni aspetti negativi che dovrebbero essere presi in considerazione.
Il 56% delle coppie italiane, ad esempio, ha discusso a causa del loro uso eccessivo; questo fatto dimostra che i dispositivi per essere sempre connessi possono aiutare a sentire più vicini i propri innamorati, ma spesso possono rivelarsi anche causa di allontanamento, mettendo addirittura a rischio le relazioni stesse.
Molte persone oggi hanno sviluppato una dipendenza dai device che permettono di essere sempre connessi con gli amici o i famigliari; lo stesso accade anche nelle relazioni di coppia. Anche nei rapporti d’amore si usano spesso i dispositivi mobili e i servizi di messaggistica online per rendere più forte una relazione. Otto persone su dieci restano sempre in contatto con il proprio partner online anche quando si è distanti l’uno dall’altro, il 62% concorda sul fatto che comunicare attraverso i dispositivi mobili e tramite internet aiuta a sentirsi più vicini alla propria metà, soprattutto quando si è all’inizio di una relazione e ancora non si convive (il 75%).
Questo attaccamento ai dispositivi digitali si estende anche a quei device che vengono condivisi; il 53% delle persone intervistate sostiene che la propria relazione sia migliorata grazie alla condivisione di attività online, dispositivi e account. È chiaro come da queste abitudini possano derivare dei vantaggi, ma anche degli aspetti meno positivi che non possono non essere presi in considerazione.
La ricerca condotta da Kaspersky Lab dimostra che l’uso dei dispositivi mobili può anche portare a delle discussioni tra persone che si amano, soprattutto riguardo ad una serie di temi collegati a questi device, come ad esempio l’uso eccessivo o gli incidenti legati alla cybersicurezza.
Il 57% delle persone coinvolte dallo studio, ad esempio, ha discusso a proposito di un dispositivo mobile utilizzato durante un pasto o durante una conversazione a due. Più della metà di loro (il 56%), inoltre, afferma di aver avuto delle discussioni con il proprio partner a causa del troppo tempo passato online, un numero addirittura più significativo (fino al 58%) per le coppie che convivono, se messo a confronto con il 49% raggiunto da quelli che si frequentano ma che ancora non dividono lo stesso tetto.
L’uso eccessivo dei dispositivi mobili, però, non è l’unico motivo per il quale le coppie litigano. Anche l’accesso ai dispositivi stessi è chiaramente una causa di attrito nelle relazioni di coppia. Il turno per l’utilizzo del dispositivo è stato motivo di discussione per quasi un quarto del campione intervistato (il 22%); anche dimenticarsi di ricaricarlo o perderlo sono fattori scatenanti per i litigi nelle coppie di innamorati.
Infine ci sono questioni legate al tema della cybersicurezza da considerare. Circa un quarto delle persone coinvolte dalla ricerca (il 24%) ha dichiarato di aver avuto un litigio dopo che uno dei due partner ha infettato il dispositivo con un malware; il 19% ha avuto un diverbio a causa di soldi persi online dal partner per errore o a causa di un malware. Come è facile immaginare, i motivi elencati possono tranquillamente portare le coppie che condividono i dispositivi mobili ad avere spesso delle discussioni. Questo fatto sottolinea come, nelle relazioni d’amore di oggi, questi dispositivi possano essere amici, ma rivelarsi anche dei nemici.

Ultime News
Tydo, l'app per ricevere e dare consigli sui migliori professionisti in città

Tydo, l'app per ricevere e dare consigli sui migliori professionisti in città

La particolarità di Tydo è che per ogni raccomandazione conclusa positivamente l'utente che...

Tariffe a 28 giorni, Agcom: rimborso entro fine anno

Tariffe a 28 giorni, Agcom: rimborso entro fine anno

Entro il 31 dicembre 2018 gli operatori Tim, Vodafone, Wind Tre e Fastweb dovranno restituire in...

Un mare di droni: arrivano in Italia i robot marini e subacquei

Un mare di droni: arrivano in Italia i robot marini e subacquei

I maggiori esperti italiani di questo settore si daranno appuntamento in occasione del "Sea Drone...

Kaspersky Lab: i bambini online cercano soprattutto video e musica

Kaspersky Lab: i bambini online cercano soprattutto video e musica

I siti web di giochi si posizionano solo al quarto posto, generando solo il 9% delle richieste di...

Retelit e GO internet: accordo connettività ad alta velocità per il 5G

Retelit e GO internet: accordo connettività ad alta velocità per il 5G

La partnership con Retelit permetterà a GO internet di preparare la rete 4.5G verso il passaggio...

Tim sigla accordo strategico con fornitori Tlc

Tim sigla accordo strategico con fornitori Tlc

La partnership è stata siglata con Sirti, Sielte, Ceit, Sittel, Valtellina, Site.

I piu' letti
Per Voi


Uspi BitCity e' una testata giornalistica registrata presso il tribunale di Como , n. 21/2007 del 11/10/2007 - Iscrizione ROC n. 15698

G11 MEDIA S.R.L. - Sede Legale Via NUOVA VALASSINA, 4 22046 MERONE (CO) - P.IVA/C.F.03062910132
Registro imprese di Como n. 03062910132 - REA n. 293834 CAPITALE SOCIALE Euro 30.000 i.v.

G11Media